Le escursioni guidate e le passeggiate in compagnia sono due cose molto diverse, ma spesso confuse tra loro.

Pare che ci sia una grande confusione per quanto riguarda il lavoro delle Guide Ambientali Escursionistiche.

Confusione che si traduce in pubbliche lamentele dal tono: 20 euro per una passeggiata in compagnia sono tanti. E non mi dai nemmeno il panino!? Speculi sull’aria che respiriamo.

Per fare chiarezza sul tipo di servizio offerto dalle Guide, vorrei mettere a diretto confronto le escursioni guidate con le passeggiate in compagnia.

N.B. Associazioni e gruppi di escursionismo ricadono nella colonna delle escursioni guidate: le guide sono formate e preparate ed insieme ai soci hanno un’assicurazione. La formazione delle guide è dilettantistica e non professionistica, ma la gestione del gruppo è comunque volta alla sicurezza. Anche in questo caso ci sono dei costi, che vengono coperti dalle quote associative.

ESCURSIONE GUIDATAPASSEGGIATA IN COMPAGNIA
LA GUIDAL’ACCOMPAGNATORE
FORMAZIONEHa esperienza di escursionismo e forte propensione alla divulgazione, alla sostenibilità e alla conoscenza dell’ambiente.
Ha seguito corsi impegnativi e ha superato diversi esami.
Ha studiato e continua ad aggiornarsi tra le altre cose: sulla sicurezza, sulla gestione dei gruppo, sulla comunicazione, etc…
Nel migliore dei casi è un appassionato di escursionismo con esperienza.
Nel peggiore dei casi è un novizio che cerca compagnia per evitare la solitudine.
PROFESSIONALITAE’ iscritta ad una Associazione di categoria, ha una partita iva con cui paga le tasse, ha una assicurazione RC specifica per la sua professione.Non è professionista, ma dilettante.
Nel migliore dei casi è membro di un’associazione del teritorio ed ha un titolo culturale.
Nel peggiore dei casi è mio cugino.
SCELTA E DEFINIZIONE DELL’ITINERARIOSi informa sull’itinerario attraverso tutti i canali a sua disposizione, ma si basa sempre sulla cartografia. Ha una carta escursionistica della zona e una bussola e sa come usarle entrambe.
Fa un primo sopralluogo in cui verifica l’ambiente, le condizioni di sicurezza, i punti di interesse, etc…
Valuta a chi sia adatto quell’itinerario e a quali condizioni.
Studia la storia, la cultura, la geografia, la geologia la natura e tutti gli aspetti caratteristici dell’ambiente in cui l’itinerario si svolge.
Se necessario, aggiunge uno o più sopralluoghi di verifica
Sceglie un itinerario che gli piaccia, spesso si informa sul web.
Nel migliore dei casi ha una carta escursionistica e sa come usarla.
Nel peggiore dei casi si informa su facebook.
PREPARAZIONE DELL’ESCURSIONEDefinito l’itinerario, valuta il pubblico cui proporlo, le condizioni di fattibilità (stagionali, metereologiche o contingenti).
Dove necessario, chiede autorizzazioni ad enti pubblici o a privati e crea collaborazioni con altre realtà sul territorio.
Chiarisce tutti i dettagli e promuove l’evento (sul sito, sui social media, su portali di settore, etc..)
Fa un ulteriore sopralluogo per verificare la percorribilità dell’itinerario scelto e verificare le condizioni di sicurezza (specie dopo eventi atmosferici importanti).
Spesso si occupa della manutenzione dei sentieri.
Ha lo zaino sempre pronto ed equipaggiato.
Prepara lo zaino
GESTIONE DEL GRUPPOPrima dell’escursione informa i partecipanti sul tipo di itinerario, sulle difficoltà e sulle caratteristiche di questo. Raccomanda le attrezzature necessarie e verifica che tutti i partecipanti siano equipaggiati adeguatamente.
Durante l’escursione segue con attenzione tutto il gruppo e si impegna perché tutti siano a proprio agio, vivano una bella esperienza e soprattutto siano in sicurezza.
Il gruppo si affida alla Guida e ne rispetta le indicazioni.
Invita a seguirlo.
RESPONSABILITA’Si assume la responasibilità per la sicurezza delle persone che accompagna e paga annualmente il premio all’assicurazione per la copertura RC.
Se lo ritiene necessario, attiva una ulteriore assicurazione sugli infortuni per le persone che accompagna.
Solitamente dichiara di non essere una guida e di non avere alcun titolo per accompagnare le persone e declina quindi ogni responsabilità scaricandola sui partecipanti prima ancora di partire.
Purtroppo per lui, per la legge non è così.

Non c’è nulla di male a scegliere una passeggiata in compagnia piuttosto che una escursione guidata, ma è importante farlo con la consapevolezza che siano due cose diverse.

Per i panini invece c’è il chiosco!


I prezzi che noi proponiamo sono in linea con le offerte professionistiche del Nord Italia e sono giustificati:

  • dal tempo e dalle energie che investiamo per preparare le nostre escursioni guidate;
  • dalle ore di formazione, di studio e di aggiornamento;
  • dai costi vivi che affrontiamo per la preparazione delle escursioni, per i materiali e per l’assicurazione.

Vi sembra che 20€ per un’escursione guidata di una intera giornata siano troppi? allora non ne capite il valore e sicuramente è meglio che scegliate una passeggiata in compagnia!

Ma quanto sono 20€?

  • 3 pacchetti di sigarette
  • una pizza e una birra
  • 70 km in automobile

Oppure sono una giornata in Natura con una Guida professionista: sono il valore di tutto il lavoro e l’impegno necessari perché quella giornata sia per te un’esperienza da ricordare!

Posted by

cosa ne pensi? lascia un commento